Il bilinguismo come terapia naturale per i bambini autistici

ORME SVELATE

Il vantaggio del bilinguismo: dove siamo con la ricerca?

Colpisce più di un bambino su cento, il disturbo dello spettro autistico è uno dei più comuni disturbi dello sviluppo neurologico. Ha un impatto particolare sull’interazione sociale, comprese le difficoltà nel comprendere le prospettive, le credenze, i desideri e le emozioni di altre persone, nota come “teoria della mente”. Le famiglie bilingue con un bambino autistico spesso tendono – e talvolta sono incoraggiate – a rinunciare all’uso di una delle lingue di origine, per non complicare ulteriormente lo sviluppo delle capacità comunicative del figlio. Un ricercatore dell’Università di Ginevra (UNIGE, Svizzera), in collaborazione con le Università della Tessaglia (Grecia) e di Cambridge (Gran Bretagna), ha dimostrato che invece il bilinguismo consente ai bambini autistici di compensare parzialmente i deficit nella teoria della mente e nelle funzioni esecutive , che sono alla base di molte delle loro sfide. Questi risultati possono essere letti sulla rivista  Autism Research.
Diagnosticato nella prima infanzia, il…

View original post 612 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...