la “non-dignità” della lingua italiana… terribile!

Il vero problema sta “nel declassamento dell’italiano e nell’obiettiva rottura del rapporto tra lingua italiana e comunicazione scientifica. Questa frattura può avere conseguenze sociali e politiche molto gravi, che in più occasioni gli storici della lingua hanno paventato, pur senza immaginare che la situazione potesse degenerare in maniera così rapida.” come scritto nell’articolo sul sito dell’Accademia della Crusca:

https://accademiadellacrusca.it/it/contenuti/la-lingua-di-dante-non-puo-parlare-di-scienza-il-mur-esclude-l-italiano-nel-bando-per-i-fondi-fis/16427

.

Ogni popolo ha diritto di parlare la propria lingua. L’imposizione della propria lingua a un altro popolo non è un diritto e nemmeno un obbligo, bensì prevaricazione. Ma quello che succede ormai da tempo va proprio in questa direzione. Ecco perché ci vuole una lingua neutrale, che rispetti tutte le lingue e i dialetti del mondo e che non porti discrimanzioni linguistiche di alcun tipo.

L’esperanto come lingua PONTE, AUSILIARE, NEUTRALE sarebbe oggi la vera soluzione della discriminazione linguistica, perché infatti l’esperanto è lingua di tutti, nell’intento del suo ideatore L. L. Zamenhof appartiene all’intera Umanità, non è di un solo popolo ed è rispettosa di tutte le altre lingue, inclusi i dialetti locali.

.

“L’esperanto è la migliore lingua utilizzata per la comunicazione neutrale: non favorisce una cultura rispetto ad un’altra, mettendo gli interlocutori sullo stesso livello (https://esperantocastelliromani.wordpress.com/)”

https://it.scribd.com/document/440521004/Esperanto-pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...